Google Multiple vulnerabilities - Aggiornamento di Sicurezza per Android
Mostra tutti

Google Multiple vulnerabilities – Aggiornamento di Sicurezza per Android

Google Multiple vulnerabilities in Media framework, in Kernel components, in NVIDIA components, in Qualcomm closed-source components – Aggiornamento di Sicurezza per Android – Marzo 2018

Google ha rilasciato l’aggiornamento di sicurezza di marzo 2018 che risolve svariate vulnerabilità nel sistema operativo Android. L’aggiornamento, suddiviso in due livelli di patch progressivi, risolve un totale di 37 vulnerabilità diverse in diversi componenti di sistema, di cui 11 critiche e altre 26 di gravità elevata.

Le più gravi di queste vulnerabilità potrebbero consentire l’esecuzione di codice da remoto sul dispositivo, l’elevazione dei privilegi o causare condizioni di denial of service.

Dettagli delle vulnerabilità:

Google Multiple vulnerabilities: 2018-03-01 security patch level

Google Multiple vulnerabilities: 2018-02-05 security patch level

Al momento non si ha notizia che queste vulnerabilità siano attivamente sfruttate in attacchi reali.

Tutte le patch di sicurezza di Android vengono rese disponibili da Google ai partner almeno un mese prima della pubblicazione. Gli utenti di dispositivi Android devono attendere il rilascio degli aggiornamenti da parte dei rispettivi produttori o operatori di telefonia mobile.

Per maggiori informazioni su questo aggiornamento è possibile consultare il seguente bollettino di sicurezza di Android (in Inglese): Android Security Bulletin—March 2018

Rocco Balzamà

Rocco Balzamà

Admin & CEO Rocco Balzamà Studio & Agency at Rocco Balzama Digital Agency
Ethical & Growth Hacker | CEH | OSCP | Information Security Senior Manager | Data Governance & Privacy Solutions | Marketing Manager | Cyber Coaching | Penetration Tester... Tutto ebbe inizio nell'estate del 1983, quando le mie mani toccarono per la prima volta una tastiera... ancora oggi, con lo stesso entusiasmo che avevo da bambino aiuto le aziende a proteggersi ed evolversi nel mondo digitale.
Rocco Balzamà