Cosa sono i BOT e come influenzano il traffico internet mondiale
5 febbraio 2017
Social Network – Come e perchè siamo intrappolati nella rete
9 febbraio 2017
Mostra tutti

Il Responsabile della protezione dei dati (RPD) – Data Protection Officer – DPO

Il Responsabile della protezione dei dati (RPD) (Data Protection Officer – DPO)

Analizziamo la figura del Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer) in base al Regolamento (UE) 2016/679 concernente la tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e la libera circolazione di tali dati. Il Regolamento è entrato in vigore il 24 maggio 2016 e diventerà direttamente applicabile in tutti gli Stati membri a partire dal 25 maggio 2018.

La figura del Responsabile della protezione dei dati

Il responsabile della protezione dei dati è una persona esperta nella protezione dei dati, il cui compito è valutare e organizzare la gestione del trattamento di dati personali, e dunque la loro protezione, all’interno di un’azienda, di un ente o di una associazione, affinché questi siano trattati in modo lecito e pertinente.

Quando nei paesi anglosassoni questo responsabile opera a livello senior con autonomia decisionale, è definito chief privacy officer, mentre nell’Unione europea la denominazione inglese analoga del ruolo con funzioni dirigenziali è data protection officer (“responsabile della protezione dei dati”, nella versione italiana del Regolamento europeo in materia di trattamento dei dati personali).

Responsabile della protezione dei dati, RPD, Data Protection Officer, DPO,

Requisiti del Responsabile della protezione dei dati

Il Responsabile della protezione dei dati, nominato dal titolare del trattamento o dal responsabile del trattamento, dovrà:

  1. possedere un’adeguata conoscenza della normativa e delle prassi di gestione dei dati personali;
  2. adempiere alle sue funzioni in piena indipendenza ed in assenza di conflitti di interesse;
  3. operare alle dipendenze del titolare o del responsabile oppure sulla base di un contratto di servizio.

Il titolare o il responsabile del trattamento dovranno mettere a disposizione del Responsabile della protezione dei dati le risorse umane e finanziarie necessarie all’adempimento dei suoi compiti.

I compiti del Responsabile della protezione dei dati

Il Responsabile della protezione dei dati dovrà:

  • informare e consigliare il titolare o il responsabile del trattamento, nonché i dipendenti, in merito agli obblighi derivanti dal Regolamento europeo e da altre disposizioni dell’Unione o degli Stati membri relative alla protezione dei dati;
  • verificare l’attuazione e l’applicazione del Regolamento, delle altre disposizioni dell’Unione o degli Stati membri relative alla protezione dei dati nonché delle politiche del titolare o del responsabile del trattamento in materia di protezione dei dati personali, inclusi l’attribuzione delle responsabilità, la sensibilizzazione e la formazione del personale coinvolto nelle operazioni di trattamento, e gli audit relativi;
  • fornire, se richiesto, pareri in merito alla valutazione d’impatto sulla protezione dei dati e sorvegliare i relativi adempimenti;
  • fungere da punto di contatto per gli interessati in merito a qualunque problematica connessa al trattamento dei loro dati o all’esercizio dei loro diritti;
  • fungere da punto di contatto per il Garante per la protezione dei dati personali oppure, eventualmente, consultare il Garante di propria iniziativa.

In quali casi è previsto il Responsabile della protezione dei dati

Dovranno designare obbligatoriamente un Responsabile della protezione dei dati:

  • amministrazioni ed enti pubblici, fatta eccezione per le autorità giudiziarie;
  • tutti i soggetti la cui attività principale consiste in trattamenti che, per la loro natura, il loro oggetto o le loro finalità, richiedono il controllo regolare e sistematico degli interessati;
  • tutti i soggetti la cui attività principale consiste nel trattamento, su larga scala, di dati sensibili, relativi alla salute o alla vita sessuale, genetici, giudiziari e biometrici.
    1. Un titolare del trattamento o un responsabile del trattamento possono comunque designare un Responsabile della protezione dei dati anche in casi diversi da quelli sopra indicati.
    2. Un gruppo di imprese o soggetti pubblici possono nominare un unico Responsabile della protezione dei dati.

Per approfondimenti: http://www.garanteprivacy.it/rpd

Valutazione Media
Last Reviewer
Reviewed Item
Il Responsabile della protezione dei dati (RPD) - Data Protection Officer - DPO
Rating
51star1star1star1star1star
Rocco Balzamà

Rocco Balzamà

Admin & CEO Rocco Balzamà Studio & Agency at ErreBi Group S.r.l.
Blogger | Developer | Graphic & Web Designer | Consulente d'Immagine | Social Media Marketing Manager | Copywriter | SEO Specialist | Digital Influencer