Sanità digitale: ospedale social, più vicino ai cittadini
29 gennaio 2017
Hack Mac – New Mac backdoor nome in codice OSX.Backdoor.Quimitchin
1 febbraio 2017
Mostra tutti

SID Safer Internet Day – Uniti per un internet migliore

Safer Internet Day – Be the change: Unite for a better internet

“Siate il cambiamento: uniamoci per un internet migliore”

Safer Internet Day(Giornata per una rete più sicura)

è una giornata internazionale di sensibilizzazione per i rischi dell’internet istituita nel 2004 dall’Unione europea. Ricorre il secondo giorno della seconda settimana del mese di febbraio di ogni anno. A livello comunitario, l’ iniziativa è coordinata dalla rete Insafe. Nei singoli Paesi membri dell’UE, le iniziative volte a promuovere un uso consapevole della rete fanno capo ai rispettivi Safer Internet Center nazionali. In Italia, tale funzione è svolta dal progetto Generazioni Connesse coordinato dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca che unisce in un Consorzio l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, la Polizia Postale e delle Comunicazioni, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, la Cooperativa E.D.I., l’Università La Sapienza di Roma, l’Università degli Studi di Firenze, il sito web Skuola.net e il Movimento Difesa del Cittadino.

#SaferInternetDay #SID2017

Safer Internet Day

Tra le iniziative del Safer Internet Day rientrano convegni, concorsi a premi e campagne di sensibilizzazione incentrati su temi legati al cyberbullismo, alla pedopornografia e pedofilia on-line, al sexting, alla perdita di privacy ma anche alla dipendenza da videogiochi e a uno stile di vita eccessivamente sedentario o solitario, soprattutto tra gli utenti più giovani.

 Un adolescente su 4 è sempre online.

E’ allarme dipendenza tra i giovani. Il 17% (Fonte: La Repubblica) dei ragazzi rimane connesso tra le 5 e le 10 ore al giorno (considerando l’uso integrato di personal computer, tablet e cellulare). Una percentuale analoga si dichiara sempre connessa. Nel mondo dei giovanissimi sono le chat a farla da padrone: WhatsApp è la piattaforma preferita dal 90% degli intervistati, una percentuale superiore a quella registrata dai social network come Facebook (64%), Instagram (61%) e Youtube (58%). Quasi la totalità degli intervistati, più del 90%, confessa di usare quotidianamente le chat. Tra questi ci sono anche giovanissimi che sviluppano una certa dipendenza: sono quelli a rischio ‘vamping’, che chattano anche di notte (6%), oppure quelli che lo fanno ogni volta che possono, anche quando è vietato, come a scuola (26% circa).

È sufficiente fare attenzione ai rischi a cui siamo esposti quando il nostro computer è connesso alla rete.

Imparare a conoscere le minacce, come i malware, è già un modo per difendersi con efficacia. Il malware è un qualsiasi programma creato con il solo scopo di causare danni più o meno gravi al computer su cui viene eseguito, all’utente del computer o al sistema informatico cui il computer è collegato. Il termine deriva dalla contrazione delle parole malicious e software.

  • Lo spam – Invio di messaggi indesiderati (generalmente commerciali) attraverso la posta elettronica. Il phishing utilizza anche questa tecnica.
  • I trojan – Codici che si nascondono all’interno di programmi all’apparenza innocui, con lo scopo di raccogliere informazioni o garantire accesso al computer dall’esterno.
  • Il phishing – Il phishing è una frode informatica, realizzata con l’invio di e-mail contraffatte e finalizzata all’acquisizione di dati riservati.
  • I worm – Un worm è un malware in grado di auto-replicarsi: è simile ad un virus come finalità, ma non necessita di legarsi ad altri eseguibili per diffondersi.
  • Il pharming – Come il phishing, il pharming è finalizzato all’acquisizione illecita di dati riservati mediante il dirottamento dell’utente da un sito internet ufficiale ad un sito pirata.
  • I virus – Software che, una volta eseguiti, infettano dei file nel computer in modo da riprodursi facendo copie di se stessi.
  • Gli spyware – Software che raccolgono informazioni sull’attività dell’utente su Internet, senza il suo consenso.
  • La trasmissione di informazioni – Spesso l’utente invia informazioni riservate su internet: è importante assicurarsi che tali dati non possano essere registrati da malintenzionati.

Link utili

Anche io aderisco al Safer Internet Day 2017

Coerente con il motto dell’iniziativa: “Siate il cambiamento: uniamoci per un internet migliore”, risponderò PERSONALMENTE e GRATUTITAMENTE a tutte i messaggi inviati Martedì 7 Febbraio 2017 (Giorno dedicato alla 14° Edizione del Safer Internet Day 2017) tramite il seguente form riguardante il Tema della Sicurezza Online.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Valutazione Media
Last Reviewer
Reviewed Item
SID Safer Internet Day - Uniti per un internet migliore
Rating
5
Rocco Balzamà

Rocco Balzamà

Admin & CEO Rocco Balzamà Studio & Agency at ErreBi Group S.r.l.
Blogger | Developer | Graphic & Web Designer | Consulente d'Immagine | Social Media Marketing Manager | Copywriter | SEO Specialist | Digital Influencer
Translate »